Premio Letterario Amalago

La prima edizione del Premio Letterario Amalago ha il suo primo vincitore

Nell’incantevole cornice della città di Stresa si è svolta, nella giornata di domenica 15 maggio, la cerimonia di premiazione del Premio Letterario Amalago, quest’anno riservato ai romanzi storici

I due grandi obiettivi del Premio sono promuovere il Lago Maggiore unendo tutti i comuni che vi si affacciano e sostenere la buona scrittura. 

Stefano Zecchi, Roberto Alessi e Sibyl von der Schulenburg, l'ideatrice del Premio Amalago.

Il vincitore: Le sette dinastie, Matteo Strukul

Il vincitore di questa edizione con Le Sette Dinastie, è Matteo Strukul autore bestseller della saga I MEDICI. Al secondo posto Maurizio Ponticello con La vera storia di Martia Basile, suo primo libro storico.
Al terzo posto con Giuliano e LorenzoLa primavera dei Medici, Adriana Assini, scrittrice e acquarellista romana, pluripremiata

Le sette dinastie narrano le vicende di sette famiglie, sette sovrani, sei città: questa è l’Italia del XV secolo, dilaniata da guerre, intrighi e tradimenti, governata da signori talvolta lungimiranti, ma molto spesso assetati di potere e dall’indole sanguinaria.

Il premio speciale Agar Sorbatti

Offerto da uno sponsor privato, è assegnato all’autore che meglio ha saputo caratterizzare una figura femminile nel suo romanzo in concorso.
Con questo premio si ricorda Agar Sorbatti, la prima donna ingegnere delle Marche e la settima del Regno d’Italia.
Laureata nel 1923, si distinse lavorando sulle tecnologie atte a limitare il consumo idrico nell’industria, quando ancora c’era poca attenzione all’ambiente e al risparmio dell’oro blu. Stimata nella professione e amata nel privato, Agar Sorbatti è tutt’oggi un modello di riferimento nel mondo femminile.

Il premio è stato assegnato a Maurizio Ponticello per il suo romanzo La vera storia di Martia Basile.

La premiazione di Matteo Strukul per il romanzo Le sette Dinastie

Ospiti e personalità d'eccezione

Oltre a Stefano Zecchi, filosofo scrittore opinionista italiano e professore di estetica presso l’Università degli studi di Milano, è intervenuto alla cerimonia finale Roberto Alessi, giornalista e direttore di Novella 2000. 

Le interviste di Dianora Tinti agli autori dei romanzi.

Contattaci

Vuoi avere maggiori informazioni sulle nostre iniziative? Compila il modulo e ti ricontatteremo al più presto.

*Campo oblligatorio