Associazione per la promozione artistica e culturale del Lago Maggiore

Il comitato artistico-culturale

“Ho scelto per il Comitato artistico-culturale dell’associazione da me fondata esperti della cultura e professionisti del proprio settore, perché la loro grande esperienza, anche imprenditoriale, possa diventare un motore di sviluppo per il territorio del Lago Maggiore, una splendida cornice il cui quadro è ancora parzialmente da dipingere.”

Massimo Ciaccio

Arte classica

Marco Carminati

Marco Carminati è laureato in storia dell’arte medievale e moderna. Giornalista professionista, è responsabile dell’inserto culturale Domenica del Sole 24 ore. Ha scritto numerosi libri e pubblicazioni riguardanti la storia della pittura.

Ho aderito molto volentieri al sodalizio di Amalago poiché amo moltissimo il Lago Maggiore per la sua posizione geografica, per la meraviglia delle bellezze naturalistiche, per la storia e per la storia artistica ricchissima.

Il territorio offre infatti molteplici opportunità: chi è appassionato di navigazione ha la possibilità di andare in barca, chi ama la montagna può salire su alcune delle vette che lo circondano, chi invece ha la passione per la cultura ha a disposizione una grande tradizione artistica: tutto questo ha contribuito a creare uno scenario di bellezza e interesse artistico straordinario.

Mi sono accorto che questi sentimenti sono condivisi da altre persone, in particolare dall’amico Massimo Ciaccio, con il quale ho in comune lo stesso trasporto per questi luoghi, ma anche l’idea che qui ci fossero delle grandi potenzialità.

È singolare però che la presenza sul lago sia perlopiù straniera (svizzeri, belgi, tedeschi); spesso i milanesi vengono sul lago solo in occasione delle gite scolastiche alle Isole Borromee: dovrebbe essere potenziato il turismo di prossimità. Tra l’altro la zona è molto vicina a Milano, una posizione geografica privilegiata visto l’indotto che la città porta.

Il Lago Maggiore è molto famoso, in passato lo è stato ancor di più: la Regina Vittoria passava le vacanze a Baveno, grandi musicisti come Umberto Giordano e Arturo Toscanini vivevano o venivano in vacanza sulle sue sponde, Alessandro Manzoni aveva una villa a Lesa…

In questi luoghi l’arte antica ha lasciato una traccia indelebile e spettacolarmente allestita.

Arte contemporanea

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo

Laureata in Economia e Commercio, si avvicina all’arte contemporanea come collezionista all’inizio degli anni ’90. La passione per l’arte si trasforma in attività organizzata quando nel 1995 dà vita alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di cui è presidente. Nel 2017 dà vita alla Fundacion Sandretto Re Rebaudengo Madrid.

Ricopre innumerevoli incarichi in istituzioni internazionali. Dal 2014 è Presidente del Comitato Fondazioni Arte Contemporanea e dal 2017 della Fondazione IEO-CCM (Istituto europeo di Oncologia-Centro cardiologico Monzino).

Entrare a far parte del Comitato Scientifico Amalago rappresenta per me una nuova e preziosa occasione per contribuire, attraverso le mie conoscenze in ambito artistico, all’obiettivo comune di valorizzare e promuovere l’arte, rivolgendo un’attenzione speciale alla contemporaneità.

La coesione fra territorio, sostenibilità, patrimonio, lo sviluppo del valore culturale e identitario sono le linee guida che mi impegnerò a seguire e a condividere, in un’azione che si prefigge di intensificare le potenzialità del Lago Maggiore e che mira a rendere questo territorio, così ricco di cultura, di storia e di natura, permeabile alle spinte creative dell’oggi.

Guardando a pubblici eterogenei, sarò lieta di apportare la mia esperienza alla realizzazione di eventi, mostre e progetti educativi, finalizzati a stimolare forme di coinvolgimento inclusivo tramite il prezioso strumento della mediazione culturale. La diffusione della conoscenza dell’arte e la formazione di un pubblico più ampio e partecipe costituiscono un punto di partenza imprescindibile per potenziare la risposta all’offerta culturale e arricchire il panorama locale.

In prospettiva, auspico effetti positivi per la fruizione turistica italiana e internazionale, e per le comunità locali, immaginando una proposta artistica di rilievo e uno sviluppo progettuale di interesse collettivo.

Arte del XIX secolo

Paolo Tacchini

Paolo Tacchini è avvocato civilista, socio senior di un importante studio con sede a Novara e uffici a Milano e Torino.

Da sempre appassionato di arte figurativa e di oggetti antichi, ha una predilezione per la pittura italiana del XIX e XX secolo che nel 2017 lo ha spinto a fondare l’associazione culturale METS Percorsi d’arte, insieme alla storica dell’arte Elisabetta Staudacher e ai galleristi Angelo Enrico e Francesco Maspes, allo scopo di promuovere e valorizzare l’opera degli artisti di quel periodo. Riveste la carica di Presidente dell’associazione e ha seguito in prima persona, con gli altri componenti del Consiglio Direttivo, tutti i progetti espositivi ed editoriali realizzati da METS che hanno registrato un notevole successo di critica e pubblico.

Ho accettato con entusiasmo la proposta di Amalago di entrare a far parte del Comitato Scientifico perché condivido le finalità dell’associazione e desidero aiutarla a perseguirle soprattutto nell’ambito delle sue iniziative legate al mondo dell’arte.

Il Lago Maggiore ha delle grandissime potenzialità poiché, oltre a essere un luogo meraviglioso, si trova in una posizione geografica molto favorevole, ben collegata a Milano, a Torino e alla Svizzera.

È stato una meta turistica non solo italiana e della borghesia benestante che ruotava intorno alla Lombardia, ma ha sempre avuto anche un appeal nazionale e internazionale.

Personalmente ho un rapporto speciale e un legame affettivo con il Lago Maggiore perché la mia famiglia è originaria di Pallanza: è una sorta di ritorno alle origini!

Per quanto riguarda i progetti, sarò molto lieto di sostenere tutte le attività promosse dall’associazione, sia che si tratti di mostre temporanee, sia che si tratti di fornire supporto ai poli espositivi, ai musei e alle istituzioni già esistenti: mi metto a disposizione per dare il mio contributo.

Arte tessile

Moshe Tabibnia

Collezionista, filantropo e esperto d’arte, Moshe Tabibnia è fondatore della galleria d’arte tessile antica Moshe Tabibnia e della galleria d’arte contemporanea BUILDING, entrambe site a Milano.

La volontà di prendere parte al comitato scientifico di Amalago nasce da un sentimento di vero affetto e attaccamento alle splendide coste del Lago Maggiore.

Abitualmente a Milano per lavoro durante la settimana, ho da tempo deciso di trascorrere ogni fine settimana a Roncaro di Baveno, precisamente a villa Jucker, opera architettonica di interesse storico-artistico disegnata dal gruppo di architetti BBPR, che, dopo l’attento rinnovo, è andata ad aggiungersi alle bellezze architettoniche del Lago Maggiore.

L’obiettivo che mi pongo attraverso questa associazione è di diffondere la conoscenza dei tesori artistici ospitati nell’area del Lago Maggiore, a partire dall’eccellenza, la cosiddetta “Galleria degli arazzi” di Palazzo Borromeo presso l’Isola Bella, luogo di sette capolavori tessili fra i più belli dell’Europa rinascimentale: sontuosi arazzi fiamminghi intessuti in oro, argento e seta, risalenti a circa la metà del 1500 e narranti i temi del peccato e della redenzione dell’uomo. Manufatti dal valore artistico e simbolico altissimo, non conosciuti come dovrebbero, cioè come un tesoro nazionale.

Eventi divulgativi, mostre, pubblicazioni… attraverso la partecipazione a questo comitato mi impegnerò in prima persona in tutto ciò che possa contribuire a far conoscere maggiormente il lago e a renderne ancora più ricca e attiva la vita della sua comunità e l’offerta culturale. Già unico dal punto di vista paesaggistico, grazie a questa iniziativa e ai progetti artistici che offrirà al pubblico e la piena esaltazione di tutte le sue potenzialità, il Lago Maggiore potrà diventare a pieno titolo una meta culturale imprescindibile nel panorama italiano.

Automobili

Andrea Zagato

Andrea Zagato nasce nel 1960 e rappresenta la terza generazione alla guida del marchio Zagato dal 1919.

Dopo la laurea in Economia e Commercio, diventa presidente della Z Progetti, azienda che disegna modelli CAD di auto. Il primo progetto sotto la totale supervisione e responsabilità di Andrea Zagato è la Lancia Hyena, un modello unico per i collezionisti di oggi. I primi anni ’90 rappresentano un periodo di grande crescita per il marchio Zagato e sono anche gli anni in cui, con la sua futura moglie, Marella Rivolta, nipote del fondatore di ISO Rivolta, Renzo Rivolta, Zagato si converte in Total Design Studio e Atelier.

Oggi la compagnia continua a sviluppare nuovi design e progetti ingegneristici. Andrea Zagato è Giudice Onorario al Famoso Concorso d’Eleganza di Pebble Beach.

Nonostante esistano già delle Associazioni che – come si dice oggi – fanno ‘sistema’ per promuovere il Lago Maggiore è importante comprendere perché ne sia necessaria una nuova.

Alcune di queste associazioni operano da oltre 100 anni, come quella dei barcaioli o degli albergatori, ma oggi più che mai è necessario colmare la distanza che ci divide dal Lago di Como, molto più conosciuto nel mondo e con una clientela decisamente più internazionale.

È fondamentale analizzare le differenze.

Il lago di Como non è soltanto la meta del giovane Darth Vader in Guerre Stellari, scena che ha fatto conoscere le sue vedute a Woody Allen o a George Clooney e la sede di un Harry’s bar ma è conosciuto nel mondo come luogo del Concorso di Villa d’Este. Un appuntamento imperdibile per i più noti collezionisti quasi unicamente stranieri. Fare sistema per promuovere il lago Maggiore che ha sicuramente le stesse potenzialità internazionali – se non superiori – al lago di Renzo e Lucia è dunque per chi ci vive quasi un dovere.

Cinema

Eliana Miglio

Eliana Miglio, attrice, conduttrice, modella ma anche scrittrice, è profondamente legata al Lago Maggiore, dove ha vissuto con la sua famiglia, sulle rive della sponda lombarda, a Luino.

Grazie alla sua bellezza acqua e sapone, inizia a Milano la carriera da modella e poi a Roma quella da attrice.

Durante la sua carriera cinematografica ha lavorato con alcuni dei più importanti registi del panorama italiano, come Lamberto Bava, Marco Risi, Sergio Castellitto, Paolo Virzì e Riccardo Milani; inoltre ha lavorato più volte con Pupi Avati.

Nel 2006 esordisce come scrittrice con il romanzo La grande invasione delle rane, ambientato nella Luino degli anni ‘70.

Quest’anno la rivedremo al cinema con La peste di Francesco Patierno.

Il luogo che mi ha formato durante la mia adolescenza è Luino, sul lago Maggiore, lungo la sponda Lombarda.

Probabilmente la poesia del lago, la sua bellezza inquieta e la calma delle acque sono state determinanti nella scelta di diventare attrice e comunque di occuparmi di arte.

Mi piacerebbe poter condividere con le persone che frequentano il lago, o che ancora non lo conoscono, delle presentazioni di film, creando una piccola rassegna insieme ad Amalago con ospiti delle personalità del cinema, non appena riapriranno le sale cinematografiche.

Vorrei anche organizzare un evento dedicato alle muse del cinema, attrici giovani ma anche meno giovani che sono diventate icone dell’immaginario collettivo.

Enogastronomia

Agostino Sala

Agostino Sala, chef ristoratore, è il patron dello storico Ristorante Milano di Pallanza, che conduce dagli anni ‘90.

La sua ricerca si è sempre concentrata sulla qualità e sulla sostenibilità delle materie prime.

Il Ristorante è riconosciuto da una clientela raffinata e menzionato su diverse guide, tra le quali spiccano l’Espresso e Michelin; diverse testate giornalistiche ne segnalano l’interesse, come il New York Times, che lo menziona come miglior ristorante sul Lago Maggiore, il Teva ad Varim di Tel Aviv che lo cita come esperienza autentica e significativa.

Lo chef Agostino Sala sta ora sperimentando i diversi risultati delle emozioni generate dal gusto e dall’arte figurativa.

Ho accettato con grande piacere l’incarico di referente del Comitato Scientifico di Amalago su richiesta di un amico di cui ho grande stima, Massimo Ciaccio, broker assicurativo appassionato d’arte e cultura, nonché presidente dell’Associazione.

Per me il lago è poesia, poesia del paesaggio e poesia dell’architettura che hanno attratto nel passato grandi personalità: queste sono le potenzialità presenti nel territorio, da utilizzare con intelligenza e con una visione lungimirante.

Rivalorizzando ciò che abbiamo avrà come naturale conseguenza che grandi personalità risveglino il proprio interesse e tornino a frequentare con sensibilità questo territorio.

Con questo incarico intendo sviluppare il dialogo tra arte ed enogastronomia attraverso esperienze che nutrano l’anima con gusto.

Fotografia

Lorenza e Fabio Castelli

Fabio Castelli è l’ideatore e il direttore artistico di MIA Fair, la fiera d’arte internazionale dedicata alla fotografia in Italia co-fondata con la figlia Lorenza nel 2011.

Sin dalla prima edizione Lorenza ha lavorato nell’azienda familiare come exhibition director e nel business development dell’evento milanese.

Dal 2014 al 2016 Fabio e Lorenza sono stati invitati a curare il settore Fotografia ad Arte Fiera Bologna. Entrambi sono appassionati collezionisti di arte e fotografia.

Abbiamo accettato volentieri di entrare a far parte del Comitato Scientifico di Amalago in primo luogo perché ci fa piacere far parte di un’istituzione che promuove l’arte e la cultura.

Il Lago Maggiore è poi un luogo molto vicino al nostro cuore, perché vivendo a Milano lo frequentiamo spesso e lì abbiamo la casa dove trascorriamo i weekend, quindi abbiamo tanti ricordi familiari che ci legano al territorio. La motivazione per noi quindi è duplice: promuovere in tutti i modi l’arte contemporanea, ed in particolare la fotografia, che sono la nostra passione, e la location, un territorio a noi vicino.

Per quanto riguarda il nostro settore, il Lago Maggiore è una fonte di ispirazione per la fotografia naturalistica e di paesaggio: luoghi così belli ispirano gli artisti e possono davvero ricoprire il ruolo di motore propulsore di progetti autoriali interessanti.

In maniera più specifica, il nostro contributo potrà consistere nel fornire idee per la creazione di esposizioni, offrendo il nostro expertise nella curatela e selezione di autori interessati e gallerie, che possano portare le loro risorse e le loro forze da convogliare intorno a un progetto sul Lago Maggiore: possiamo essere quindi facilitatori e propositori di progetti espositivi.

Letteratura

Sibyl von der Schulenburg

Figlia di due scrittori e cresciuta bilingue, Sibyl von der Schulenburg nasce e cresce in Svizzera, ma è in Italia che si laurea (prima in giurisprudenza poi in psicologia), vive e dirige un’azienda.

Dopo trent’anni di viaggi all’estero si dedica alla scrittura e riceve presto molti riconoscimenti e premi letterari per i suoi romanzi storici, psicoromanzi e saggistica a sfondo psicologico.

Fonda e dirige Artisti Dentro Onlus, associazione che vuole portare arte e cultura nelle carceri italiane attraverso dei concorsi a premi riservati ai detenuti.

Sono nata e cresciuta in una zona lacustre, conosco i flussi energetici dell’acqua dolce e so che favoriscono l’insediamento di comunità spirituali e culturali; molti intellettuali stranieri si sono trasferiti sulle rive dei profondi laghi subalpini per scrivere nuovi capitoli della storia di un’umanità colta e sensibile. Sulle rive del Ceresio ho mosso i primi passi e ora mi chiamano le sponde del Verbano che vide per tanti anni la presenza di mio padre.

Come è stato per lui, il mio strumento per creare un ponte culturale sarà la letteratura, convinta che la parola scritta sia un potente strumento di crescita per scrittore e lettore. L’obiettivo della mia attività in Amalago è la diffusione di buone opere letterarie per favorire la crescita di tutto il territorio: degli abitanti come rappresentanti della cultura locale ma anche dei turisti come simboli dell’internazionalità che ha caratterizzato quella zona e potrebbe tornare a brillare riflessa nel lago.

Vorrei fondare un nuovo premio letterario che impieghi i nuovi strumenti di comunicazione, organizzare un programma di presentazioni librarie e, nei momenti di maggiore ottimismo, sogno anche di portare sul lago una grande fiera libraria. Tutto nell’ottica di una collaborazione intercomunale che coinvolga tutte le sponde, anche quelle elvetiche.

Musica

Roberto Cacciapaglia

Roberto Cacciapaglia, compositore e pianista, e e  protagonista della scena musicale internazionale più  innovativa per la sua musica, che integra tradizione classica e sperimentazione elettronica.

La sua vasta produzione conta album e concerti realizzati con le più importanti orchestre internazionali – Royal Philharmonic Orchestra, Teatro alla Scala Academy Orchestra, Moscow Imperial Orchestra, Dubai Philharmonic Orchestra, etc. – e lo ha portato in concerto nei più  prestigiosi teatri al mondo: dalla Carnegie Hall – New York (votato “Best Live Act 2019” da “Bluebird reviews”) al Teatro Mariinskij – San Pietroburgo; dal Conservatorio di Mosca a quello di Milano; dall’Accademia di Santa Cecilia – Roma agli imponenti palchi dell’Opera House di Shanghai e Beijing.

Ho accolto subito con grande entusiasmo la proposta del carissimo amico Massimo Ciaccio di entrare a far parte del Comitato Scientifico di Amalago, un invito a diffondere bellezza, natura, arte e cultura, che soprattutto in quest’epoca meritano un’attenzione particolare.

Il Lago Maggiore è da sempre un luogo straordinario dove si possono contemplare le meraviglie della natura. Amalago può essere l’ideale per ascoltare e ricevere il suono e la musica nello stato d’animo più libero. L’alchimia con il suono si stabilisce nell’aria, nella terra, nell’acqua, non solo tra interpreti e pubblico, ma in tutta l’atmosfera circostante, e il lago è un vero e proprio incanto, un’aura magica di profonda armonia.

Con Amalago potremo organizzare concerti sia da camera che per strumenti solisti e invitare musicisti di ogni genere, si potrà fare cultura senza ostacoli e senza divisioni.

Nel 2012 ho fondato Educational Music Academy per dare voce ai giovani talenti della musica, che stanno riscuotendo successi ovunque. Penso che potrebbe essere una bellissima occasione creare una sinergia tra l’accademia e Amalago.

Contattaci

Vuoi avere maggiori informazioni sulle nostre iniziative? Compila il modulo e ti ricontatteremo al più presto.

*Campo oblligatorio